Abbiamo implementato un sistema di stampa delle etichette parametrico che permette di creare layout di stampa completamente personalizzati senza richiedere interventi di sviluppo sul software.

Questo meccanismo è attivato dall’attributo relativo riportato nelle parametrizzazioni di SI5 Parametri speciali per stabilimento

Il principio di funzionamento è basato sui seguenti passi:

  • disegno dell’etichetta
  • stampa su file dell’etichetta disegnata
  • importazione dei dati dell’etichetta nel database di Si5


 

Disegno dell’etichetta

Il disegno dell’etichetta avviene tramite un software che in forma visuale permette di disporre le informazioni per come le si vuole esporre in stampa. Quello utilizzato da Sorma oggi è Labelview anche se ciò non rappresenta un vincolo.

Nel disegno è possibile inserire sia delle stringhe fisse ma soprattutto:

  • campi o porzioni di essi provenienti dal database di Si5 e letti a tempo di esecuzione
  • dati calcolati da programmi (es. barcode complessi o dati calcolati non presenti in forma esplicita nel database del sistema)
  • campi definiti in alternativa (es. quantità attuale o quantità prevista della fiche)
  • valori fissi recuperati da un’apposita anagrafica di chiavi/valori
  • campi e/o valori concatenati tra di loro
Stampa su file dell’etichetta disegnata

 

Al termine dello sviluppo dell’etichetta, dall’interfaccia del sw di disegno configurare la stampante su cui si vorrà stampare l’etichetta stessa, poi procedere con la stampa dell’etichetta ricordandosi di selezionare la stampa su file e salvando quindi lo stream di stampa in un documento di testo.
Fatto ciò appoggiare il documento di testo generato su una cartella del disco che ospita Si5.

 

 

Importazione dei dati dell’etichetta nel database di Si5

Autenticarsi a Si5 con le proprie credenziali e posizionarsi sul menù Produzione/EK – Etichette termiche personalizzabili/Etichette(EK07). A questo punto digitare il nome dell’etichetta che si vuol generare, confermare e inserire i dati di definizione dell’etichetta stessa

 

 

 

Confermando il sistema importa nel proprio database il codice generato dal software di disegno

 

 

 

 

A questo punto è possibile associare l’etichetta ad una chiave formata da Stabilimento/Cliente/Articolo/Tipo contenitore/Tipo fiche compilata totalmente o parzialmente tramite il menù Abbinamento etichette

 

 

 

L’ultimo passo è quello di associare l’utente all’etichetta e alla stampante eventualmente definendo un numero di copie da stampare